I dati diffusi dal 14° Rapporto del Censis-Ucsi parlano chiaro in merito all’utilizzo delle tecnologie informatiche e web nel campo della comunicazione.

WhatsApp ha finalmente consacrato il proprio successo in Italia con il 65,7% d’utilizzo nell’ultimo anno. Questo significa quindi che quasi la totalità delle persone che possiede uno smartphone, ha installato sul proprio dispositivo l’applicazione WhatsApp.

Inoltre questi dati rappresentano un’opportunità importante per chi vuole allargare i suoi orizzonti in campo marketing e offrire ai propri utenti e clienti, un servizio in più.

Ma come possiamo usare WhatsApp per la nostra marketing strategy?

Per pensare a ciò non bisogna pensare fuori dagli schemi o proporre qualcosa di originale (almeno nella strategia). Esistono già utenti che usano WhatsApp per avvicinare i clienti quindi potrebbe bastare dare un’occhiata ai competitor per poi proporre contenuti differenti, utili ma soprattutto originali.

Ma andiamo con ordine.

La prima cosa da fare per usare WhatsApp per il marketing è stabilire sin da subito come vogliamo apparire agli occhi dei nostri clienti. Questo significa avere ben presente gli obiettivi, il nostro prodotto, il nostro target e come vogliamo “venderci”.

Un ragionamento di questo tipo prevede uno studio del proprio brand e se non è ben chiaro, è giusto stabilirlo prima di cominciare una campagna di web marketing sull’app.

Se sei un singolo libero professionista, è consigliabile che tu abbia già un tuo seguito, che tu sia un personaggio ben definito e stabilito, e che sia chiaro quello che fai e come svolgi la tua professionalità.

Se invece vuoi usare WhatsApp per la tua azienda, allora molto probabilmente avrai già un’immagine forte e stabilita che dovrà continuare anche sul canale utilizzato.come usare whatsapp per marketing

Come seconda cosa non devi pensare a WhatsApp come ad un luogo dove fare semplice promozione. I tuoi clienti sono già bombardati di promozioni e pubblicità. Se lo fai anche tu, abbandoneranno di sicuro il tuo gruppo e probabilmente anche il tuo prodotto.

Offri quindi contentuti di qualità, che siano gratuiti e che possano arricchire chi ti segue.

Una novità nel tuo campo data in anteprima, delle informazioni utili per usare al meglio il tuo prodotto, un regalo solo per il gruppo; sono questi i contenuti di valore che devi condividere con loro. Se ogni tanto in mezzo a tutto questo promuoverai o farai pubblicità di qualcosa, non sarà più un problema per i tuoi utenti

Non essere troppo serio o troppo professionale. Lascia anche spazio a contenuti più leggeri e divertenti, senza mai uscire da quello che è il tuo brand.

Convolgi i tuoi seguaci con domande che dimostrino quanto tieni a loro e quanto il tuo prodotto debba essere performato sul cliente. Questo li farà sentire importanti, oltre a dare a te un’idea di quello che va (e che non va).

Infine WhatsApp può servire come servizio clienti. Un altro canale da offrire per risolvere problemi e creare nuove opportunità di fidelizzazione del cliente.

E se impostassi una vera e propria campagna di WhatsApp marketing?

Usare WhatsApp per il tuo marketing non deve essere necessariamente un’azione costante nel tempo.

WhatsApp infatti può essere anche uno strumento di cui servirsi solo per determinate campagne.

Vuoi lanciare un nuovo prodotto o un particolare servizio, o ancora invitare i tuoi clienti ad un evento esclusivo? WhatsApp potrebbe aiutarti a coinvolgere i tuoi followers con “giochi” divertenti o con attività che servano a rilanciare il prodotto.

Qui sotto i due esempi più riusciti finora e che al momento vengono utilizzati come strumenti da cui prendere spunto:

Absolute Vodka:

 

E Hellmann’s:

Questi esempi sono di grandi aziende, ma perché non ispirarsi? Potrebbe nascere qualche idea interessante!

E tu, stai già utilizzando WhatsApp per il tuo marketing? Raccontami la tua esperienza o le tue opinioni in merito all’utilizzo di WhatsApp per il marketing.