Il content marketing è uno degli strumenti principali per fare web marketing, ovvero non esiste web marketing senza contenuti.

Con questo non voglio dire che il web marketing è fatto solo di contenuti, il lavoro del consulente di marketing on line ha molte sfaccettature e molti dati da tenere sotto controllo, ma sicuramente i contenuti rappresentano un modo fondamentale per creare lead e misurare la strategia online.

Esistono diversi tipi di contenuti. Principalmente parliamo di contenuti testuali, visuali e video. Ma come vanno applicati?

Chiaramente non è facile per chi si occupa, come voi, della sua attività imprenditoriale, avere attenzione anche per questi particolari. Per questo è giusto che ci si affidi ad un professionista.

I contenuti di cui sopra, non possono essere creati senza una strategia e senza degli obiettivi. E’ compito quindi del consulente aiutare l’imprenditore a studiare la strategia migliore.

Il professionista dovrà dapprima parlare con voi degli obiettivi che volete raggiungere, aiutarvi a capire quali sono attuabili e quali meno, e in quanto tempo. Inoltre, se non l’avete già fatto, vi aiuterà a capire chi sia il vostro pubblico. Lui infatti saprà come parlare ai vostri clienti o potenziali tali e i contenuti da sottoporre.

Questo non significa che farà tutto lui. E’ importante e fondamentale che si crei un rapporto di lavoro biunivoco e che voi aiutiate il content nella creazione dei contenuti e nelle analisi dei dati. Se infatti avrà bisogno di alcune risposte dovrete dare lui accesso a tutti i canali di analisi del sito e dei social. Se avrà bisogno di risorse video o visuali (non credi da lui), sarà vostro compito favorire il suo lavoro nelle tempistiche stabilite.

Se ad esempio volete che venga realizzato un video della vostra attività, non dovete pensare che possiate dire al professionista “Vieni quando vuoi e fai pure le riprese di cui hai bisogno”.

Dovrete essere presenti voi, e il vostro team deve essere al corrente che tale giorno si faranno le riprese per presentare il vostro business. E’ solo un esempio ovviamente.

Ma se da un lato c’è bisogno del vostro contributo dall’altro voi come fate a capire se il consulente sta portano alla vostra attenzione un piano strategico efficace?

strategia content marketingNon esiste una risposta “giusta” in quanto le strategie non si possono considerare al 100% efficaci finché non si testano sul vostro pubblico, e si modificano in base ai risultati che si ottengono. Ma un piano corretto deve dare una risposta affermativa a queste 3 domande:

  • La strategia che vi è stata presentata, è stata supportata da dati o spiegazioni che hanno portato il consulente ad elaborarla?
  • La strategia è cambiata nei mesi, adattandosi ai bisogni dei clienti e agli obiettivi del business?
  • Durante messa in opera della stessa, vi vengono mostrati dati e KPI sulla sua riuscita?

I dati sono fondamentali ed è compito del content manager tenervi aggiornati sugli stessi, anche per farvi capire dove e come state spendendo i vostri soldi.

E non è solo una questione di soldi. Tenere sotto controllo i dati serve a tanti aspetti strategici.

  • Capire se i contenuti creati sono giusti per il vostro audience;
  • Capire se i contenuti creati sono corretti per gli obiettivi che vi siete posti;
  • Capire se i contenuti e l’attività online, unita a quella offline, hanno portato nuovi clienti o comunque ad una crescita della reputazione del brand.
  • Capire se gli sforzi che si stanno mettendo in campo per creare contenuti sono adeguati ai KPI

Per questi motivi un buon content manager lavora con i contenuti e soprattutto con i dati.